Il decreto legge sulla semplificazione fiscale arriverà all’esame del Consiglio dei ministri il prossimo venerdì con alcune modifiche, tra le più importanti quelle che riguardano la lotta all’evasione, l’Imu – la tassa che andrà a sostituire l’Ici -, la tassa di soggiorno e la tassa sui rifiuti.

Per quel che riguarda l’evasione fiscale ci saranno dei cambiamenti alle cosiddette liste di furbetti, potrebbero finire tra i nomi delle persone da tenere sotto controllo tutti coloro i quali hanno già alle spalle delle infrazioni tributarie.

Da quest’anno poi l’Imu andrà a sostituire completamente l’Ici: l’imposta municipale sugli immobili probabilmente potrà essere applicata anche agli immobili della Chiesa, dei partiti politici e delle associazioni senza fini di lucro. Sui rifiuti arriverà una nuova tassa: la Res che sostituirà Tarsu e Tia.