Secondo il rapporto della Confcommercio nel quarto trimestre del 2011il 76% delle aziende si dichiarava pessimista circa l’andamento dell’economia italiana, mentre il 46% indicava una momento difficile per i propri affari. Il dato si complica ancora di più per le società che lavorano con la Pubblica amministrazione che nel 56% dei casi hanno riscontrato un ritardo nei pagamenti.

CASSA INTEGRAZIONE IN CALO – Parallelamente dalla Cgil arriva l’allarme cassaintegrazione: a gennaio del 2012 è in calo del 26,7% rispetto a dicembre e dell’8,5% rispetto allo stesso mese del 2011. Secondo la Cgil, però, questo dato è il segnale di una “progressiva transizione verso la disoccupazione”. Infatti secondo Landini, segretario generale della Fiom Cgil sostituire la cassaintegrazione con “l’indennità di disoccupazione è come aprire ai licenziamenti collettivi di fronte alle riorganizzazioni aziendali”.