Dopo il rinvio, sono state messe a punto le rappresaglie annunciate dal governo di Teheran verso l’Europa. Dal portavoce del ministero dell’energia è arrivata la conferma che l’Iran ha bloccato le vendite di petrolio verso le compagnie inglesi e francesi.

La decisione in seguito alle sanzioni della Ue per fermare il piano nucleare di Teheran che prevedevano di fermare le importazioni del greggio verso i paesi europei.

“In seguito alla decisione ufficiale annunciata dal ministero degli Esteri, il ministero del Petrolio ha sospeso la vendita di petrolio alle compagnie francesi e britanniche”, ha spiegato il ministro iraniano che ha spiegato di “avere intenzione di vendere petrolio ad altri clienti”.

L’Europa importa dall’Iran in media 700 mila barili al giorno e l’Arabia Saudita ha messo a disposizione la stessa quantità di greggio nel caso in cui si bloccassero del tutto le importazioni.