Il segretario della Cgil gela il governo.Ospite della trasmissione di Fabio Fazio “Che tempo che fa”, Susanna Camusso ha infatti dichiarato che non c’è ancora un’intesa con il governo “È necessario che il Paese abbia un intervento sul mercato del lavoro e trovo sia necessario farlo con il contributo parti sociali, ma dire che siamo vicini è un po’ presto”.

Sull’articolo 18 la Camusso ribadisce che non ci può essere alcuna modifica al testo che è una “norma di civiltà” e che “ha una valenza e non si può cambiare nella sua sostanza perché dice che non si può licenziare se non c’è un giustificato motivo”. Questo è il motivo per cui “non si può indebolirla, perché il messaggio che verrebbe ricavato non è una maggiore efficacia economica ma ‘potete fare quello che volete’”.

Anche sull’abolizione della cassa integrazione il leader della Cgil si è detta contraria: “Vogliamo una indennità che sia universale e possibilmente più lunga. Se bisogna fare un discorso generale ci vogliono più risorse”. Infatti conclude: “Quando il ministro dice che si può eliminare la cassa integrazione straordinaria dice una cosa sbagliata. La cassa favorisce anche la reindustrializzazione”.