Nel giorno del voto in Nevada, Mitt Romney appare in testa rispetto al rivale Newt Gingrich. Con il 45% dei voti secondo i sondaggi, Romney si dovrebbe aggiudicare il Caucus, superando di gran lunga non solo il diretto rivale (Gingrich è dato al 25%) nella corsa in questo stato, ma anche gli altri concorrenti, Rick Santorum (11%)  e Ron Paul (9%).

La scelta dei candidati per il Nevada è data da una serie di assemblee pubbliche i caucus appunto. In questo stato Romney vanta l’appoggio anche dei suoi correligionari: i mormoni sono infatti in questo stato circa il 7% della poplazione.

Romney ha al suo attivo una vittoria in Florida e una in New Hampshire e un pareggio in Iowa, che se sommati a auna vottiìoria in Nevada darebbero un forte impulso alla sua candidatura dell’ex governatore di Massachusetts.