Sorpresa alle primarie repubblicane, dove il martedì di voto ha decretato come vincitore Rick Santorum negli stati di Minnesota e Colorado con il metodo del caucus e in Missouri con le classiche primarie. Quando lo spoglio delle schede è quasi completo, nel Missouri Santorum si aggiudicava il 55% dei voti, mentre il favorito Romney solo il 22%. Terzo si attestava Ron Paul con il 12% dei voti.

Vittoria ampia per Santorum anche in Minnesota, dove l’esponente l’estremista cattolico-conservatore arriverebbe al 45% mentre Romney con il 17% non si piazza neanche secondo, battuto da Ron Paul con il 27%. Vittoria per Santorum anche in Colorado, sebbene il distacco tra lui e l’ex favorito Romney sia minimo. Le prime voci della CNN danno il conservatore al 40% e il mormone al 35. Terzo il ridimensionato Newt Gingrich con il 12,8 e quindi Payul con l’11,7.

Il terzo della lista di queste avvincenti elezioni torna quindi in gara per la nomination presidenziale repubblicana con questa tripletta di vittorie che sebbene non vincolassero all’elezione di delegati decretano un vero vincitore: Barack Obama. L’indecisione repubblicana non può infatti che giovare al presidente in carica: fino alla settimana scorsa le vittorie di Romney in Florida e Nevada lo avevano fatto sembrare il candidato ideale, oggi il ribaltone di Santorum non fa altro che aggiungere confusione a delle primarie sempre più disordinate.