In continua crescita la coalizione Monti, cioè la coalizione composta da Pd Pdl eTerzo Polo. A rivelarlo è l’ultimo sondaggio realizzato da Emg per il Tg La7 che assegna allo schieramento il 52,3% delle preferenze segnando un aumento dello 0,9% rispetto al dato della scorsa settimana.

In leggera crescita anche la Lega Nord che guadagna lo 0,2%. Il partito che corre da sola nelle file dell’opposizione sale al 13,3%. E’ in calo invece lo schieramento che Emg ha definito di Sinistra, quello cioè composto da Idv, Sel, Verdi e Federazione della Sinistra che perde lo 0,4% e scende al 20,8% rispetto al 21,2% della scorsa settimana. Sostanzialmente stabile anche il Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo che negli ultimi sette giorni è passato dal 5,5% al 5,8%.

In crescita questa settimana anche il dato riguardante astenuti, indecisi e schede bianche: i primi infatti crescono dell’1,5% rispetto alla scorsa settimana e passano al 33,4%. Per quel che riguarda gli indecisi la crescita si ferma all’1,3% e il dato complessivo sale al 15,4%. In crescita anche il dato di chi afferma di voler votare scheda bianca: il 2,5% degli intervistati (con una crescita dello 0,9%).

VOTO AI PARTITI – Qualche movimento nell’area di centrodestra di registra soprattutto per la crescita del Pdl (+0,7%) che passa al 23,5% e guadagna, come pure la Lega nord (+0,5% e 10,4% complessivi) qualche punto percentuale a danno del La Destra di Storace che perde lo 0,4%. Stabile, invece il dato di Grande Sud, che sale dello 0,2% e passa allo 0,9% portando nel complesso le forze di centrodestra al 36,2% (+1%).

Fondamentalmente stabile la situazione del Terzo Polo, con oscillazioni di 0,1 o 0,2 punti percentuali per tutte le compnenti di centro che nel complesso si attesta sul 13,1% come la scorsa settimana.

Grandi movimenti, invece nell’area di centrosinistra dove il Pd, forse anche a causa del sedimentarsi dell’opinione sul caso Lusi perde ben 1,4 punti percentuali e scende al 27,6%. In calo anche Sel, seppur in misura molto ridotta (-0,3%) e portandosi al 6%. In lieve crescita tutte le altre forze dell’area di centrosinistra che nell’insieme perde però l’1,2% e si attesta 43,3%.

Si consolida, invece ancora una volta , il dato positivo del Movimento 5 Stelle che, al di là del sistema di coalizioni studiato da Emg, cresce dello 0,4% anche nelle classiche rilevazioni per partito e si porta al 4,4%.