Il sondaggio condotto dall’Istituto Ferrari Nasi & Associati sulla fiducia dell’elettorato nei confronti del governo Monti, presenta qualche sorpresa. Se si guarda infatti all’elettorato e alla posizione delle varie forze politiche si potrà osservare come ci sia un divario tra quello che pensa la base e quello che invece pensano i rappresentanti politici dei partiti di riferimento.

Guardando al dato generale presentato nel sondaggio, il 47% degli italiani si dice fiducioso sul fatto che il governo riuscirà a portare l’Italia fuori dall’emergenza, mentre per il 40% il governo non riuscirà in questa impresa. I più fiduciosi sono gli elettori del Pd (69%) e quelli di Sel (66%), seguiti da Di Pietro con il 59%.

Mentre risulta più o meno in linea con la media nazionale il dato del Pdl (45%), i dati di fiducia più bassi si registrano invece per quel che riguarda gli elettori della Lega Nord (e questo in effetti risponde al dato politico del partito) con un grado di fiducia del 29% e l’Udc, dove a sorpresa la fiducia dell’elettorato non va oltre il 30%. Ad essere delusi insomma sarebbero due casiniani su tre, mentre è proprio Casini ad essere il primo sostenitore di Monti.