Secondo le ultime rilevazioni, Vladimir Putin, candidato in corsa per il Cremlino, vincerebbe le elezioni presidenziali del prossimo 4 marzo già al primo turno, ottenendo il 58,6% dei consensi. Il dato è stato espresso dal sondaggio VTsIOM, realizzato lo scorso 11 febbraio, e reso noto dal direttore dell’istituto, Valery Fedorov.

Subito dopo Putin, si piazzerebbe Gennady Zyuganov, candidato del Partito Comunista, con il 14,8% e quindi Vladimir Zhirinovsky,  candidato liberal-democratico con il 9,4%.  Spazio poi per il miliardario Mikhail Prokhorov  che otterrebbe l’8,7%. Inoltre, dal sondaggio emergerebbe anche che il 67% dei russi è convinto che Putin vincerà le presidenziali già al primo turno.

Mentre si avvicina l’appuntamento elettorale, intanto, proprio Vladimir Putin, con un articolo su Rossiskaia Gazeta è tornato a trattare il tema del riarmo militare, vera locomotiva russa:  “L’epoca richiede una politica determinata di rinforzo del sistema aereo e spaziale del Paese. La politica degli Usa e della Nato nel settore della difesa antimissile che ci spinge al riarmo” ha spiegato e “non puo’ esserci un eccesso di patriottismo”. “