E un momento epocale per la Chiesa cattolica e l’abdicazione del Papa segnerà la storia del mondo. Negli Stati Uniti è stata testa l’opinione dei cittadini a stelle e strisce sull’operato dell’ultimo Pontefice e dell’operato della Chiesa da un sondaggio del Pew Research Center, pubblicato da La Stampa, subito dopo le sue dimissioni.

E l’operato del Papa per il 74% è stato positivo, ma un po’ in calo rispetto all’ 83% dell’aprile 2008. Il migliore di tutti rimane però Giovanni Paolo II, con un indice positivo del 93%. Ma gli americani sono stati scossi dagli scandali sessuali: e così solo il 33% statunitensi giudica positivo l’azione del papato per condannarli, mentre un più alto 63% non è proprio soddisfatto.

Gradito invece il rapporto tra le altre religioni, il 55% degli intervistati ha risposto positivamente. E’ interessante, invece l’opinione sul futuro della Chiesa Cattolica. Infatti il 51% crede che non bisogna cambiare e rispettare le tradizioni, contro un 46% che vorrebbe un po’ più di modernità.

Il 60% vorrebbe un Papa proveniente dai Paesi in via di sviluppo, solo il 14% un Pontefice dal terzo mondo, infine per il 20% la provenienza geografica non è importante.

I preti si possono sposare? Sì per il 58% degli americani. Invece è bassissima, 9%, la quota per chi vuole consentire il sacerdozio delle donne. Sempre bassa, 7%, la quota di chi vorrebbe che il Vaticano accettasse i contraccettivi. Sempre sottile, la quota 9% di chi vorrebbe aprire ai matrimoni tra omosessuali.